videopoesia di Alberto Gemmi (estratto)

ITALY/FRENCH/GERMANY, 2012, 5′ 40”

LA PAROLA IMMAGINATA 2013 (VI ed.) – opera in concorso (trailer)

Presentazione del video da parte dell’autore | Presentation of the video (by author)

Go Burning Atacama Go é una riflessione sul concetto di memoria a seguito della violenta scomparsa di un amico. Un film di sofferenza necessaria quindi, come superamento al dolore. Un film che definirei come cinema-terapia.

“Go Burning Atacama Go” is a reflection on the concept of memory after the sudden passing of a friend. A film about suffering, which is necessary to overcome the pain. A film that I would define as “movie-therapy”.

Poetry’s text

Go Burning Atacama Go

è un’immagine che scivola
come i nostri corpi
resta solo la traccia
resta solo l’odore
l’odore del sud
l’odore del mare
tra gli astri del cielo
e i fantasmi sepolti tra le rovine di questo paese

oggi l’aria è fredda sulle gote
i significati stanno cambiando
le stagioni stanno cambiando
assieme ai loro profumi
il ripetersi delle onde in un mare in tempesta
noi come pirati del ventunesimo secolo,
come marinai coraggiosi a caccia di siluri

cavalieri erranti combattono sotto stormi di uccelli al crepuscolo
è il diagramma sbiadito di un corpo senza volto
l’interlinea subliminale di una perforazione
la post-immagine scarlatta sulla retina dei tuoi occhi

quando ancora i miei occhi ti vedevano

nascosto dal buio della notte
ti cerco in un tempo presente che è già passato,
in un passato che è già futuro

siamo diventati grandi
e daremo un nome ad ogni cosa
una colpa ad ogni gesto

quei silenzi fossilizzati che diventano ombre
quella sofferenza necessaria alla guarigione

restano le radici

perdonami per averti dimenticato
perdonami

perché il tempo divora anche i fantasmi

Alberto Gemmi